www.alpi-ticinesi.ch
Val Chironico



alpi-ticinesi.ch > ticino > valli > chironico


Lunga valle laterale della Leventina, ben frequentata sia d'estate che d'inverno. Il Rifugio Sponda si trova sull'alpe omonimo. Per i sentieri escursionistici noti si consulti la CN, qui vengono presi in considerazione solamente gli ulteriori sentieri. Una strada carrozzabile porta da Chironico fino a Valle.

Vicino alla fine della strada, a Valle, il Ticinetto forma una cascata impressionante. Un sentiero, lungo una gola buia che corre parallela alla valle vera e propria, permette di accedere al tratto medio della Val Chironico. Nella gola il sentiero si divide: diritto, poco visibile, porta alle cascine di Fóuda, da dove si può raggiungere, su sentiero, il serbatoio d'acqua per continuare senza sentiero fino a Cala. Se invece nella gola si volta a sinistra, in breve si giunge su un prato pianeggiante con un'ulteriore biforcazione: Verso sinistra un ponte logoro, da percorrere con precauzione, attraversa il Ticinetto. Se questo ponte un giorno dovesse crollare, non sarà più possibile varcare il Ticinetto qui. Ma su vecchie carte si trova un sentiero che segue la sponda orografica destra fino a Valle. Per intanto non ho ancora esplorato quest'itinerario lungo il fiume - comunque non ci si aspetti un terreno facile. Al dilà del ponte il sentiero poco visibile sale dapprima con alcuni tornanti, poi diventa meno ripido, attraversa diversi riali e giunge a Mun e a Garnéi nella Val d'Usèdi. Il suo percorrimento richiede una certa esperienza.

Torniamo nel fondovalle: Se si continua diritti, si giunge lungo una traccia interrotta fino al ruscello che scende da P. 1476. Qui si arriva anche se si volta decisamente a sinistra a Fóuda e si segue un'esile traccia di sentiero. Attraversato il ruscello, si trovano solo dei resti sporadici di un vecchio sentiero che saliva al P. 1497 lungo il sentiero Cala - Ragada. Da Ragada si può salire al P. 1828 lungo l'accesso invernale al Rifugio Sponda.

Pizzo Forno
Pizzo Forno e Rifugio Sponda, 15 febbraio 2004

Nella valle superiore si trovano i seguenti itinerari interessanti: l'Alta Via, descritta nella guida di Giuseppe Brenna, che porta dall'Alpe Campioni per l'Alpe Campale fino al Passo di Piatto. Oltre al Passo di Piatto anche la Bassa del Barone permette di andare in Val Vegornèss. Poi l'itinerario dal Laghetto Chironico ad Usèdi: Si attraversa la diga distrutta del Laghetto e si seguono i segni blu fra gli ontani, lungo delle tracce discretamente ripulite. Si passa dalle rovine presso P. 1904, per giungere infine alla Riva di Löita, da dove si continua senza sentiero fino al grande edificio presso P. 1789, chiamato localmente Alpe Gasca. Benchè l'itinerario sia segnalato, il suo percorrimento richiede un certo senso d'orientamento.

Il diroccato di Anzòn un tempo veniva raggiunto mediante un sentiero che partiva da Ragada.

I valichi del Passo del Ghiacciaione in Val Piumogna e del Passo Sovèltra Nord (P. 2874) in Val di Prato sono descritti nella guida.
torna all'indice